Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

Come abbiamo visto nelle scorse settimane, il romanzo e la narrativa possono essere anche una buona occasione per inoltrarsi con l’immaginazione all’interno di altre epoche tramite il genere storico; in caso ve lo siate persi vi invitiamo dunque a leggere il nostro articolo di due lunedì fa. Questa settimana, tuttavia, abbiamo deciso di tornare, in parte, sull’argomento per fare un piccolo esperimento, dedicando una breve retrospettiva a un evento storico in particolare, il cui anniversario cade proprio oggi:

la scoperta dell’America, il 12 ottobre del 1492.

christopher_columbus3

Quel giorno una delle più importanti spedizioni esplorative e commerciali inviate dei regnanti di Spagna a trovare nuove rotte commerciali verso l’Asia, capitanata dal “nostro” Colombo, arrivava sull’isola di San Salvador, nel Golfo del Messico, non solo aprendo un mercato nuovo di zecca ma anche, e soprattutto, segnando una nuova frontiera del conoscibile umano.

Ma te lo immagini? Dopo millenni di civiltà costruita in una minuscola parte del Globo (e ci riferiamo anche ai frammenti di Africa e Asia scoperti sin dall’antichità), gli europei scoprivano un intero nuovo continente, enorme, dalla vegetazione e dalla fauna quasi totalmente diverse da quella dell’Eurasia, abitato da popoli dai lineamenti diversi dai loro e, soprattutto, senza stati, confini da rispettare e senza imposizioni.

Assieme alle (purtroppo) inevitabili forme di sopruso verso gli indigeni di quelle terre, l’uomo bianco portò in America la sua personale ricerca di “libertà” e di “conoscenza”; migliaia di perseguitati politici e religiosi, uomini che vedevano nel mondo fino ad allora conosciuto un posto già troppo piccolo per ospitare il coronamento dei loro sogni e ideali, trovarono nelle grandi distese del Nuovo Continente una nuova vita. Dura, forse, ma finalmente compiuta.

america-nord

L’impatto su filosofia, arte, narrativa e letteratura fu straordinario, sia in termini di accrescimento dell’immaginario collettivo sia di espansione della conoscenza e delle tematiche affrontate da scrittori e intellettuali. Senza la scoperta dell’America in quel preciso momento storico, probabilmente, la letteratura di viaggio sarebbe forse “esplosa” solo più tardi, quella di avventura sarebbe stata molto più povera e, soprattutto, la storia del pensiero occidentale non avrebbe avuto quell’impulso fondamentale che l’avrebbe portata al Rinascimento prima e alla modernità dopo.

Geeko Editor celebra quest’evento per tutta la settimana attraverso una parte della sua attività su Instagram: ti invitiamo a seguire, a partire dal nostro post fotografico di oggi pomeriggio, l’hashtag #sognandolAmerica, che ti condurrà sulle tracce delle location di alcuni dei più significativi racconti e romanzi sulla scoperta del Nuovo Mondo.

Sarà uno splendido viaggio, ricco di fascino, riflessioni, avventura.

Bene, non c’è molto altro da aggiungere:

via, sulla pista, pionieri!

 

Annunci