Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Ciao, nostro caro lettore, come va?

Oggi ti parleremo di una questione abbastanza frivola e divertente. Da bravi appassionati di narrativa, viaggi mentali, immaginazione, in questi giorni noi di Geeko Editor non possiamo non celebrare una delle ricorrenze annuali più importanti per l’immaginario collettivo legato al fantastico, ossia la festa di Halloween!

Saprai, come noi, che per nazioni latine come l’Italia non si tratta di una vera e propria “festa”, quanto di una moda trapiantata nel nostro Paese dagli Stati Uniti, paese protestante nel quale invece l’antico culto pagano della celebrazione della vigilia di Ognissanti (che serviva per celebrare la fine della stagione dei raccolti e l’inizio del nuovo anno) si è fortemente sincretizzato all’interno dei culti religiosi cristiani e, dunque, nella società americana.

C’è da dire che negli ultimi anni la riscoperta del folklore italiano ha portato studiosi e appassionati a conoscere gli “Halloween di casa nostra”, ossia tutta halloween-illustrationuna serie di festività celtiche o comunque pre-cristiane diffuse sul nostro territorio (come questa, dall’Abruzzo) dalle caratteristiche simili alla festa americana, portando a riflettere sul fatto che in fondo la celebrazione di un rito annuale che tenesse spiriti e demoni alla larga non sia un elemento totalmente estraneo alla nostra cultura. Un’ottima occasione per “svecchiare” un po’ il bagaglio di tradizioni del Paese, ma anche per approfondire alcuni suoi aspetti culturali (e, di riflesso, letterari) spesso relegati a nicchie o guardati con sospetto e diffidenza.

Ma Halloween è soprattutto la festa di tutti i fan di horror e fantastico macabro, che vedono nel 31 ottobre un’occasione per rileggere un buon romanzo di Stephen King o rivedere un bel film horror, oltre a essere ispirazione per moltissime opere di questo genere.

Geeko Editor non poteva non cogliere la palla al balzo per caratterizzare parte della sua attività sul web con una serie di omaggi a romanzi e film horror e luoghi legati alla loro storia, come le città del New England che hanno ispirato i racconti di Lovecraft e Poe o alcune tetre location-realmente esistenti-di famosi racconti dell’orrore, come Amytiville o Salem.

Una campagna iniziata ieri e che culminerà, la mattina del 31 ottobre, con uno speciale conclusivo che vi invitiamo a leggere.

E tu dicci pure: come passerai Halloween? Rileggerai il tuo Poe preferito? Sfiderai le tenebre per attraversare coraggiosamente un vecchio cimitero infestato (N.B. Geeko Editor NON te lo sta suggerendo e se la polizia ti ferma per chiederti cosa stai facendo mentre lo fai noi NON ci riterremo responsabili, quindi non nominarci!)? O forse strafogandoti di cioccolatini?

In ogni caso, ci auguriamo che passerai un ottimo weekend di riposo, lettura e, soprattutto, riscoperta del fantastico e delle sue meraviglie!

Buon Halloween e buon divertimento!

Annunci