Tag

, , , , , , , , , , ,

Ben ritrovato, caro lettore!

Con un po’ di ritardo dovuto ai tanti impegni per la campagna Eppela (curioso? Bene!) eccoci al nostro consueto appuntamento settimanale.

Il nostro team in questi giorni si è dato parecchio da fare, muovendosi sul territorio e intessendo nuovi legami e rapporti per arrivare al goal prestabilito (hai già donato, vero?!). Il nostro lunedì è stato un vero inferno passato insieme a… recitare!

Ma scommetto che ti ho fatto venire la curiosità, vero?!

Perfetto, non ti resta che scoprire di che si tratta!

Mancano pochissimi giorni al traguardo e siamo tutti molto stanchi, ma soddisfatti: tanti ci hanno fatto i complimenti per i buoni risultati del crowdfunding, nonostante le tante difficoltà oggettive nel nostro progetto (primo fra tutti la coordinazione del team fra i diversi impegni). Si è trattata quindi di una settimana piena di lavoro e di difficoltà.

Lunedì infatti abbiamo avuto una giornata davvero memorabile, che vogliamo raccontarti.

 backstage

Gli amici di Cloudworks, agenzia di servizi per la comunicazione web di Bracciano, saputo del nostro progetto, hanno voluto aiutarci proponendoci di girare un altro piccolo spot per supportare la nostra campagna, che probabilmente andrà in onda all’inizio della settimana prossima. Le riprese si sono svolte a Bracciano, in un luogo molto particolare: lo spazio attivo Bic situato in città, grazie al quale in queste settimane stiamo sviluppando nuovi aspetti della nostra idea d’impresa con l’aiuto del personale. Una struttura importante per far crescere i giovani professionisti del territorio e permettergli di padroneggiare le loro skills.

Ringraziamo tutto lo staff per l’ospitalità per le riprese, è stata davvero importante.

Siamo molto contenti di queste connessioni con il Bic e con Cloudworks, così come di molte altre che si sono andate strutturando in questi mesi, perché hanno dato rapporti fondamentali alla nostra impresa.

Che dire poi delle riprese?

Immaginatevi un esercito di attori e tecnici che ci hanno aiutato, tanti ragazzi come noi pronti a scambiarsi battute, amici e parenti arrivati per il video, a impegnarsi e ridere assieme a noi: davvero un’esperienza divertente. Si è trattato di una sola giornata di lavoro, con ritmi serratissimi, molto stress e momenti “difficili”, ma alla fine ha ripagato in soddisfazione, e non vediamo l’ora di mostrarvi lo spot!

Infine due parole sul tema di questa settimana, la letteratura africana.

L’Africa è stata sempre uno dei continenti che più ha ispirato sentimenti come fascinazione, meraviglia e, dunque, l’immaginazione dei creativi occidentali.

Floating along the Serengeti

Il romanzo d’avventura deve tantissimo alla storia del colonialismo, così come la narrativa storica, ma anche le nazioni africane hanno avuto delle importantissime esperienze letterarie che abbiamo tentato di raccontare in questi giorni.

Certo non esiste una vera e propria “letteratura africana”, perché ogni regione ha sviluppato una cultura a ben vedere diversa e specifica rispetto alle altre; quelle che emergono però sono caratteristiche comuni a tutte come il trattamento del tema della colonizzazione europea e della sua fine a metà del ‘900, o quello della dittatura militare, purtroppo una costante di quelle realtà.

Da questa letteratura si ricava quindi il ritratto della classe intellettuale di un continente sfruttato per buona parte della sua storia, considerato come la periferia di un mondo ipertecnologico che trae la sua forza da questo sfruttamento e che deve tutt’ora lottare per trovare un proprio modello di sviluppo (cosa non certo facile, vista la quantità di aspirazioni e interessi in gioco), e una propria vera identità.

Bene, per oggi abbiamo finito; ti invitiamo ancora una volta a seguirci sui social, a scoprire il nostro progetto attraverso il blog, il sito e i nostri canali social e a darci una mano: il traguardo è vicino, ma serve ancora una piccola spinta!

A presto, il team di Geeko Editor.

Annunci